Caorle Vacanze - ADRIAMARE
Adriamare - Caorle Vacanze
 
 

Alberghi

Appartamenti

Campeggi

Info su Caorle Alberghi, Appartamenti, Campeggi - www.caorle.com

Verde, caratterizzata da insediamenti residenziali modernissimi.
Nel complesso Caorle vanta quindici chilometri di spiaggia dorata in dolce pendenza verso il mare, dove tutte le esigenze dei turisti possono trovare soddisfazione: sdraio, lettini, ombrelloni, cabine, docce, posti di soccorso, snack bar e, ancora, l’emozione di osservare da lontano la sottile linea gialla del litorale che si confonde con il blu del mare fino a che i confini tra terra ed acqua risultano impercettibili. Le bellezze della laguna - Alcune delle pagine più ispirate di uno dei più celebri romanzi di Ernest Hemingway, “Di là dal fiume e tra gli alberi” per la precisione, descrivono con grande poesia e forza visiva un luogo assolutamente singolare per la straordinaria conformazione fisica, la ricchezza della vegetazione e la varietà della fauna. Uno spazio magico dove il silenzio, la pace e la tranquillità regnano sovrani e dove nulla può intervenire a spezzarne l’incanto, neppure il trascorrere del tempo. E, in effetti, il tempo sembra essersi fermato da queste parti, vale a dire nella laguna che si estende per migliaia di ettari, sconfinata e incontaminata, a monte della spiaggia di Caorle.
Trascorrendo dalle pagine dello scrittore americano alla realtà, nulla sembra cambiare: il movimento sinuoso delle dune, l’immobilità delle paludi salate, la lentezza della distesa di acque, la paglia dei tetti che fanno da cappello ai casoni dei pescatori, l’elegante levarsi in volo degli aironi cinerini, la danza degli uccelli migratori in transito verso i paesi caldi. Persino il fruscio del vento tra le fitte canne palustri, quelle stesse canne dietro le quali Hemingway si appostava per cacciare.
Oggi la laguna di Caorle è raggiungibile sia dal mare attraverso il Porto di Falconera, sia da terra attraverso la statale che collega l’uscita dell’autostrada A4 di S.Stino di Livenza con il centro di Caorle. Per chi non fosse organizzato con un imbarcazione propria, dal porto peschereccio di Caorle partono, per tutta ll’estate, fino alla fine di settembre, e, stagione permettendo, nel mese di ottobre, motonavi che, oltre ad un suggestivo percorso nel paesaggio articolato delle terre emerse e delle barene sommerse dal ritmo delle maree, prevedono spesso una sosta ai casoni per uno spuntino a base di polenta e pesce. A piedi tra calli e campielli - “La Venezia in miniatura”. Questo il nome con il quale Caorle è spesso definita. E

Caorle, caorle hotel, caorle hotels, caorle appartamenti, caorle appartamento, caorle apartment, caorle camping

l’appellativo non poteva essere più azzeccato dal momento che la presenza di calli grandi e piccole, di campanili e di campielli soleggiati dove si affacciano case affrescate con i brillanti colori della tradizione veneziana, non possono che riportare immediatamente alla memoria le forme della città più amata nel mondo. Perdendosi tra calli e callette, si capita come d’incanto – perché Caorle è davvero una città magica – nel centro storico del borgo marinaro. Di tradizione peschereccia, tale straordinario centro rispecchia l’architettura veneto-lagunare grazie ad una serie di intelligenti opere di ripristino e recupero storico-ambientale. Nel cuore del nucleo antico, che un’alta diga litoranea difende dal mare aperto, sorge, imponente, la Cattedrale romanica, eretta, secondo la tradizione, nel 1038 su una precedente chiesa del secolo VIII e caratterizzata da una facciata tripartita da lesene e da un portale centrale affiancato da due altorilievi di impronta bizantina. Al suo interno conserva grandiose opere d’arte bizantina, tra cui la famosa Pala d’Oro dei secoli XII – XIII e nella vicina canonica sculture del IX secolo, resti di sarcofagi altomedievali, lapidi e frammenti lapidei.
Di fronte, isolato, s’innalza sul mare, come una sorta di faro che indica la giusta via ai pescatori nei “bragossi”, lo splendido campanile cilindrico di tipo ravennate, del 1100, aperto da monofore e bifore, alleggerito al centro da una graziosa loggetta e terminante con una svelta cuspide conica.
Seguendo poi la diga che difende l’abitato verso nord, con le pregevoli sculture sui massi, si raggiunge, sulla punta che chiude una bellissima baia sabbiosa, a strapiombo sul mare, la chiesa della “Madonna dell’Angelo”, fiancheggiata da un campaniletto isolato. Nella pace dei suoi silenziosi interni, si venera un’immagine lignea della Madonna col Bambino che, secondo la tradizione, fu qui trasportata dall’arcangelo Michele.
E di storie, leggende, favolosi aneddoti Caorle ne ha davvero tanti da raccontare: basta intrattenersi con qualche vecchio pescatore che sarà capace di affascinare chi lo ascolta con episodi legati alla tradizione marinara di questo borgo e che si trasmettono di padre in figlio da secoli e secoli, tanto che le loro origini si perdono nella notte dei tempi. Il luogo ideale dove ascoltare questi favolosi racconti è senza dubbio l’antico porto peschereccio che brilla dei vivi colori della flottiglia, composta per lo più da “Bragossi” che ogni giorno forniscono pesce fresco e prelibato per la ristorazione della località.

La Webcam di Caorle tre wecamere in diretta.


Video della Città di Caorle


.

CAORLE